Bio - Martina Velocci

Vai ai contenuti

Menu principale:

Bio


Martina Velocci giornalista e scrittrice.

È nata Roma il 2 settembre 1977. Si diploma con il massimo dei voti presso l'istituto statale d'arte A.Valente di Sora dopo aver frequentato l'accademia nazionale di danza di Roma.

La danza e l'arte sono per lei una grande passione trasferitele dalla sua famiglia. Una famiglia d'arte formata da mamma Franca pittrice e papà Mario scultore di arte contemporanea. Da sempre quindi Martina respira in casa l'aria della letteratura dell'arte e della cultura. Si laurea in "Lettere Moderne" presso l'Università La Sapienza di Roma con la votazione di 110/110 e successivamente sempre presso La Sapienza consegue la seconda laurea in "Editoria, scrittura e giornalismo", con una votazione di 110 e lode/110 con una tesi in Giornalismo contemporaneo.

Martina diventata giornalista collabora da anni con il quotidiano "Il Messaggero". Raccontando il mondo con gli occhi della cronista, stando tra la gente sempre a contatto con la realtà.

Martina si è sempre interessate del modo dell'arte occupandosi personalmente, come curatrice, dell'allestimento e preparazione di mostre: di pittura, scultura e fotografia. Interessandosi anche alla critica d'arte con pezzi su artisti contemporanei.

La pittura appassiona anche lei che esordisce con una mostra personale di opere presso la biblioteca "Vallicellina" di Roma.

Martina da anni è impegnata nel mondo del volontariato presso "La Casa di Pulcinella", realtà di impegno sociale fondamentale nel suo percorso di vita personale.

In molti la descrivo simpatica e creativa, allegra e molto seria nel lavoro. Lei stessa di se' dice: "non saprei darmi delle qualità ma spero di averne almeno una, ma se dovessi dire una cosa di me forse direi che sono curiosa della vita".

Nel 2013 esce presso la casa editore "Tracce" il suo primo libro di poesia dal titolo: "Scaglie di vento". Riscuotendo un buon successo a cui segue il suo secondo libro dal titolo: "Petali d'acciaio" che le permette di continuare a scrutare la bellezza delle parole sublimate nella poesia.

Il libro "Scaglie di vento" consegue il primo premio "Poesia Donna" per il miglior lavoro editoriale di poesia edito al femminile.

Martina ha partecipato più volte al salone internazionale del libro di Torino con i suoi libri di poesie e le sue opere sono state presentate tra gli altri anche dal prof. Marcello Carlino, Giorgio Waiss, Paolo Gambescia.

Nel 2016 pubblica con le "Edizioni Pink" il saggio sull'amore dal titolo: "Ma l'amore quando arriva? L'uomo giusto per me". Un libro simpatico e serio sul tema della ricerca dell'uomo giusto. Il volume scritto in modo scorrevole, allegro e divertente ma anche molto profondo nelle sue riflessioni su la vita e l'amore, rappresenta per lei una importate tappa nel perseguimento del suo sogno che come dice lei è': "girare il mondo e raccontarlo con i miei occhi al mondo".


Premi e riconoscimenti:

1990 segnalata al premio letterario città di Roma presidente di giuria Enzo Biagi

1999 premio di poesia "Vaso di Pandora"

1999 terza classificata al premio letterario nazionale "Ponte Galeria"

2001 diploma di merito del concorso nazionale di poesia giovanile dell'Unione nazionale scrittori

2001 segnalazione di merito al concorso nazionale di poesia "Ripa grande"

2002 segnalata al premio Elsa Morante

2002 pubblicata dall'A. L.i. penna d'autore Torino. Nella raccolta le migliori poesie.

2009 pubblicata nell'antologia "A macchia d'olio, 22 scritture di donne".

2010 pubblicata nell'antologia "Oleoso, oso condire la poesia con l'olio".

2012 pubblicata nell'antologia "OliArti, arti e poesia dell'olio".

2013 primo premio nel concorso giovani autori, fondazione pescaraabruzzo.

2013 primo premio poesia donna.

2014 pubblicata nell'antologia "Assoli, suoni e poesia dell'olio".

 
Torna ai contenuti | Torna al menu